LOADING...

Category "Microgenerazione"

26Feb

Perchè installare un Microcogeneratore? Ecco i chiarimenti dell’ENEA

by admin_mtmenergia

La microcogenerazione è la produzione combinata di elettricità e di calore da un unico impianto di piccola taglia che permette, tra le altre cose, un sostanzioso risparmio energetico ed economico, grazie al minor utilizzo di combustibile e alla defiscalizzazione del metano.
Negli ultimi anni lo sviluppo tecnologico del settore ha portato alla produzione di efficienti microcogeneratori per applicazioni domestiche e condominiali, in sostituzione delle normali caldaie a gas. A medio-lungo termine, questi piccoli impianti con molta probabilità riusciranno ad imporsi sul mercato, grazie a produzioni su larga scala in grado di abbattere i costi di produzione.
MTM Energia progetta, produce e installa impianti di microcogenerazione con taglie che vanno dai 5,5 ai 20 kWe.

Qui il vademecum Enea sugli interventi ammessi all’Ecobonus (aggiornati ad aprile 2018) sulla microcogenerazione 

 

27Ott

La microcogenerazione tra opportunità e ostacoli

by argemonya

La differenza principale tra i sistemi a microcogenerazione e i loro parenti su larga scala sono i parametri che ne guidano l’operatività. In molti casi i sistemi CHP industriali generano principalmente energia elettrica e il calore è un utile sotto-prodotto. Al contrario i sistemi di micro-CHP, che funzionano in case o piccoli edifici commerciali, producono principalmente calore generando elettricità come sotto-prodotto. A causa di questo modello operativo e della domanda fluttuante delle strutture per quanto riguarda l’energia elettrica, i sistemi a microcogenerazione spesso producono più elettricità di quella che viene usata.

Tali sistemi ottengono molti dei loro risparmi, esercitando quindi attrattiva sui consumatori, attraverso un modello di “generazione e rivendita” o “scambio sul posto” in cui l’energia generata in eccesso rispetto ai bisogni casalinghi viene rivenduta all’azienda elettrica. Questo sistema è efficiente perché l’energia usata viene distribuita e usata istantaneamente nella rete elettrica. Le perdite principali avvengono nella trasmissione dalla fonte al consumatore, mantenendosi comunque inferiori alle perdite che si avrebbero accumulando localmente l’energia o generando corrente a meno dell’efficienza massima del sistema a microcogenerazione. Quindi, da un punto di vista prettamente tecnico, lo scambio sul posto è molto efficiente.

Non solo un modo di risparmiare energia, producendo assieme calore ed elettricità laddove servono: la micro-cogenerazione può essere anche una soluzione strategica per l’integrazione delle rinnovabili nel sistema elettrico e per migliorare la qualità dell’aria. Per sfruttarla a pieno però vanno rimossi vari ostacoli: da quelli autorizzativi, alle regole troppo restrittive sull’autoconsumo,